Informazioni Utili

L'ufficio relazioni col pubblico é aperto:
Lun. 8.30/13.00
Gio. 8.30/13.00 – 14.00/18.00

Pronto Intervento: Tel: 059891820

Responsabili di area e Dirigenti ricevono solo su appuntamento.

Richiedi informazioni

MIRANDOLA - VIA NIEVO 1 DEMOLIZIONE E RICOSTRUZIONE DI PALAZZINA LESIONATA DAL SISMA 2012

MIRANDOLA - DEMOLIZIONE E RICOSTRUZIONE

L’immobile di proprietà del Comune di Mirandola, candidato nella categoria EX NOVO, era stato costruito nel 1982 ed è stato dichiarato inagibile a seguito del terremoto del maggio 2012. L’intervento progettato e realizzato da ACER Modena, ha curato la demolizione dell’edificio e la successiva ricostru­zione del fabbricato con 20 alloggi E.R.P.

Per la qualità raggiunta la giuria tecnica del Premio Soste­nibilità 2019, evento organizzato dall’agenzia per l’energia e lo sviluppo sostenibile, si è riunita nei giorni scorsi e ha proclamato i vincitori e le menzioni per ogni categoria co­struttiva. L’intervento di Mirandola è il progetto vincitore del­la menzione speciale della categoria EX NOVO RESIDENZIALE. La sessione di premiazione e presentazione dei progetti si svolgerà il 22 novembre 2019 pomeriggio, dalle 14.30 alle 18.30, presso la suggestiva ROCCA DI VI­GNOLA, nella sala dei contrari.

L’intervento di nuova costruzione rappresenta un potenzia­mento del patrimonio di E.R.P. mediante l’aumento del nu­mero di unità abitative e di posti letto disponibili, oltre ad un miglioramento del comfort abitativo e dell’efficienza energe­tica del sistema edificio-impianto. L’edificio si sviluppa su quattro livelli con 5 alloggi per piano serviti da un vano scale centrale con ascensore, oltre al piano terra adibito a cantine e servizi condominiali.

Presenta accessi e percorsi interni ed esterni privi di barriere architettoniche, con caratteristiche adatte all’uso di una uten­za disabile. Il fabbricato realizzato con una struttura portante antisismica a telaio in conglomerato cementizio armato con tamponamenti in laterizio, ha un sistema di isolamento termi­co a cappotto per la riduzione dei consumi energetici inver­nali ed estivi, è dotato di infissi esterni in PVC a ridotta trasmittanza termica per il contenimento delle dispersioni ed ha una copertura semi-piana adatta all’installazione di pan­nelli solari termici e fotovoltaici per la produzione di acqua calda sanitaria ed energia elettrica.

L’edificio quindi soddisfa i requisiti in materia di risparmio energetico e di sfruttamento delle fonti energetiche rinnovabili come prescritto dalla D.A.L. 156/2008 e si colloca nella clas­se energetica A4. L’impianto di riscaldamento realizzato a piano terra, con una caldaia centralizzata e contabilizzatori di calorie per ogni alloggio, realizza un sensibile contenimento dei consumi di energie non rinnovabili e nelle spese di gestio­ne, e ottiene un sensibile effetto di coinvolgimento e respon­sabilizzazione degli utenti nell’uso di tali risorse energetiche.

Per l’impianto sono state impiegate una serie di tecnologie che consentono un clima salubre, diffondendo il calore pre­valentemente per irraggiamento e convezione con tecniche convenzionali utilizzando la classica tecnologia a radiatori. L’impianto elettrico è stato realizzato in modo da limitare le perturbazioni elettromagnetiche. Non essendo prevista l’ad­duzione del gas a servizio degli alloggi, per ragioni di sicu­rezza e di economicità d’uso, i piani cottura delle cucine sono alimentati ad energia elettrica.

 

Progetto Architettonico: Arch. Grazia Nicolosi – Ing. Enrico Sighinolfi - A.C.E.R.  Modena

Collaboratori alla Prog: Arch. Marco Toni / Ing. Silvia Campagnano

Direttore Operativo: Geom. Alessandro Bagni

Collaboratrice alla DL: Geom. Elisa Giberti

Progetto Impianti Elettrici: Ing. Enrico Sighinolfi - A.C.E.R.  Modena

Sicurezza Ing. Carmine, Pannone - A.C.E.R. Modena

Strutture: Ing. Ercole Finocchietti - A.C.E.R. Parma

Impianti meccanici: Ing. Andrea Biagioni -Studio Tecneco Modena

 



pubblica annuncio